Estate in Romania

Oratorio di San Paolo.

Durante il 3° appuntamento con i volontari pronti a partire per la Romania, abbiamo commentato la risposta di Don Gabriele, prete rumeno, alla lettera di Don Alfredo, curato di San Paolo, e responsabile del viaggio.

Questo è il testo della lettera:

“Caro don Alfredo, cerco di rispondere puntualmente alle domande sollevate riguardo il grest 2006 a Telechìu:

  • Il periodo proposto, dal 5 al 20 agosto va benissimo come tempo, clima in genere, disponibilità dei bambini ecc… Si sovrappone col grest di Valcau de Jos e altre locazioni della provincia vicina, Salaj, dove l’animazione la fa il gruppo di Don Claudio, Borgo SG e Quinzano insieme, e sarà dunque per me impossibile accompagnarvi lungo lo sviluppo del grest; sarebbe comunque impossibile perchè dal 10 al 14 agosto sono in Italia vicino a Cesena, e dal 16 agosto inizia un altro grest, il solito nostro grest di Oradea che si tiene a Baile Felix. Voi però non avete nessun problema, il periodo va bene, ed io sarò presente al massimo possibile.
  • Il programa giornaliero, con preparazione al mattino e attività in pomeriggio va bene.
  • Numero dei bambini di età di scuola (elementare e medie), sono cca 60-70; il numero di bambini più piccoli, di età di scuola materna, che le famiglieli mandano comunque perchè dentro ci saranno dei loro fratelli più grandi, 15-20 cca.
  • Numero dei ragazzi italiani? Abbastanza per gestire il grest, del numero di partecipanti sopra scritto.
  • Per mangiare, verranno allestiti i tavoli fuori nel cortile, sotto la tettoia; sempre li anche la cucina di campagna (forno a gas, pentoloni per lavare le stoviglie, acqua corrente vicino). A questo punto, domando: viene qualcuno a cucinare, oppure dobbiamo parlare con la Anna, la mamma della casa? Sempre qui un’altra domanda: In parallelo, la Anna farà comunque da mangiare per la casa come solito: forse, sarebbe bene però, che a volte, alla cena o al pranzo, i bambini che sono stabili nella Casa Margherita, mangino con voi; per non sembrare che il vostro gruppo è troppo staccato.
  • Per dormire. Abbiamo più varianti: dormire nelle aule della scuola del paese, che non è lontano, si potrebbe ma, lì non ci sono i bagni!? Proponiamo di dormire nella Casa Margherita, trasformando temporaneamente la sala giochi dei bambini a piano terra in camera da letto, in terra, sui materassi; sono di disponibili poi, l’appartamento degli ospiti, sempre a pianoterra, e l’ultima camera in fondo al corridoio al primo piano: preferibilimente femmine. Per i più coraggiosi, offriamo la possibilità, allo stesso prezzo, di trascorrere delle bellissime notti fuori, nel fieno (ovviamente non fumatori!); abbiamo per questo il fienile accanto alle nuove serre. Oppure possiamo mettere a disposizione due tende, una da otto persone, e una da quattro persone.
  • Animatori romeni, Giorgio, il “boss” della casa ed il suo figlio Tavi (Ottaviano).
  • Mezzi di trasporto: non credo che vale la pena affittare il pulmino qui, dalle ditte specializzate, perchè costa molto (oltre 200 euro al giorno); a questo si aggiunge un elevato costo del trasporto in aereo (cca 6000 euro/gruppo); se si decide comunque di venire in aereo, possiamo mettere noi a disposizione mezzi, gratis, a meno confort; oppure, un pulmino migliore, accanto a quello della casa pagando qualcosa; in questo caso però, lo chiediamo solo quando c’è la necessita specifica. Dunque, vantaggi e svantaggi, valutate voi. In aereo è comodo, ma porti solo bagagli personali; se mandate tutto quello che serve prima, (materiali, carte, matite, colori, ecc… per mezzo camion, va bene anche così. A proposito: quanto costerebbe il noleggio di due pulmini, o uno più grande in Italia? Il prezzo dell’aereo, l’ho calcolato a 300 euro x 20 persone; può essere anche leggermente più alto, sui voli charter o di linea. Meglio che anche per questo fate voi una ricerca di mercato. Una soluzione alternativa sarebbe, con il sistema “low cost” della “Sky Europa”. Un Mons. mio caro amico che è venuto recentemente, ha pagato 100 euro andata e ritorno Roma – Budapest!!! Si si parte da Milano (Bergamo), si deve volare per Budapest, che è inUngheria, a 250km da Oradea, abbastanza facile per noi venire con un pullman a prendervi. Fate dunque le vostre ricerche e comunicateci; per il “low cost”, ogni giorno è importante nell’aumento del prezzo.
  • Alimenti: quelli a lunga scadenza, tipo: pasta, sugo di pomodoro, acqua imbottigliata (solo se qualcuno non si fida della nostra acqua), riso, olio di semi, brioches, meglio portarli dall’Italia. Latte, carni, patate, fagioli, farina, zucchero, si possono acquistare dalla Metro, o dal mercato libero. Una domanda qui: pensate di dare una merendina a tutti i bambini partecipanti al grest? Portate brioches, oppure facciamo dei panini qui, con pane, margarina, marmellata?
  • Domanda: il grest praticamente si svolge dal 7 agosto al 18/19 agosto; il sabato 12, si fa grest, si fa pausa, si va in qualche gita? Per poter organizzarci. Il 19 è giorno di festa finale, fuoco alla sera, giorno di pausa di riposo per prepararela partenza di ritorno, oppure giorno di viaggio di ritorno?
  • Abbiamo bisogno di materassi, quanti sono nel gruppo di animatori.
  • Tutto quello che è da mandare, alimenti, materassi, materiali, cancelleria ecc… da accordarsi con Don Antonio Rossi; insieme con roba che manderanno da Borgo SG e Quinzano, completato col vestiario di lui, si comporrà un camion intorno al 20 luglio.
     

A presto, Gabriele”

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>