Progetto “Roma 2008″

Ogni percorso raccoglie, dentro di sé, tappe importanti. Momenti indimenticabili, che si insinuano nei meandri della memoria.

Date ordinarie, normalmente numeri insignificanti che si ripetono all’infinito, vengono ad assumere un profondo significato simbolico, di solito l’inizio o la fine di qualche esperienza.

E ciò che si realizza è la condivisione delle stesse emozioni, l’attuazione di un medesimo obiettivo.

Il legame, che si forma in queste circostanze, non è mai banale o superficiale.

Per la prima volta, da quando esiste “ArgoGiovani”, ho percepito la sensazione di un vincolo, che stava nascendo all’interno del gruppo.

Una coesione difficile da spiegare, in quanto comprendeva, tutti, i partecipanti all’iniziativa, e non solo qualche singolo, come accaduto più volte in passato.

Ne è stato l’emblema, l’istante dei saluti: nessun “addio”, nessun “bello, bellissimo, ma ora mi devo dedicare ad altro”. Parole nuove risuonavano nell’aria: “ci vediamo settimana prossima”, “dobbiamo riprendere, al più presto, le prove per perfezionare la recita”.

E quando si ricerca la realizzazione di questo spirito di gruppo, perché base di qualunque esperienza di crescita, sentire frasi di continuità è la soddisfazione più gradita.

Come posso, quindi, descrivere l’avventura “Roma 2008″?

Forse come il primo vero approdo raggiunto dalla nave Argo.

Il risultato di un viaggio iniziato poco tempo dopo la costruzione della nostra imbarcazione, quasi due anni or sono.

Una traversata, per nulla semplice, disseminata di insidie e incertezze.

Eravamo partiti con due vascelli. Compiti diversi per arrivare, comunque insieme, alla stessa meta. Una nave doveva occuparsi della recitazione, l’altra dei balletti. Facevamo parte della stessa rappresentazione teatrale, dello stesso momento di scena. Eravamo complementari. Soltanto che abbiamo deciso di dividerci, in modo che ciascuno potesse gestire i propri impegni e il proprio tempo in maniera ottimale.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>