Riunione

Piazzale Arnaldo – Brescia.

Dopo due settimane di ipotesi e proposte, ci ritroviamo per discutere e, possibilmente, iniziare a concepire in modo multidimensionale il lavoro teatrale.

Come primo punto abbiamo individuato un tema specifico di elaborazione. La commedia era il genere già selezionato, e dopo la visione di alcune opere di successo, abbiamo ristretto il campo della scelta al fattorefortuna“. Argomento preferito all’unanimità.

Cosa significa… Ovvero, tenedo sempre conto del pubblico generico al quale vogliamo proporre la commedia, ci è sembrato più logico puntare su una tematica semplice, di immediata comprensibilità, che si riferisse a piccoli fatti e tradizioni, abbondanti nel nostro contesto culturale, in cui tutti gli spettatori sicuramente si possono ritrovare, dai bambini agli adulti, dalle teenager alle pensionate.

Ciò comporta che ruoli quali il superstizioso, il menagramo, il benaugurale saranno rivisti in chiave moderna.

Durante la discussione abbiamo già pensato ad un luogo opportuno in cui svolgere la vicenda, dove molti fatti possono accadere senza complicare la scenografia: il pub. L’intero contenuto sarà volto a descrivere divertenti rituali e simpatiche situazioni presenti nella normalità di tutti i giorni.

Ora si devono creare i personaggi ed elaborare una trama credibile… Quanto lavoro ci attende… Speriamo di essere all’altezza…

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>